martedì 11 maggio 2010

e che è, l'America?


Come fa per esempio Booksblog, anche io voglio copiare dal blog di Francesco Troccoli le condizioni di pubblicazione per riviste negli USA.
Aggiungo che, lavorando da ormai 7 anni tra l'altro per la redazione della celeberrima collana di fantascienza di Mondadori, Urania, mi sono spessissimo imbattuto in casi del genere, soprattutto quando si è trattato di avere a che fare con raccolte di racconti (i famosi, per gli appassionati, Year's Best) ricavati proprio dalle migliori riviste del settore.

C'è da ridere, a paragonare la situazione con quella nostra. La catena delle considerazioni che questo semplice stato di fatto innesca porta dritti nel cuore baronale del nostro povero Paese.

Buona lettura, soprattutto per gli aspiranti scrittori, delle condizioni di pubblicazione per la famosa rivista "Asimov":
"Il pagamento avviene all’accettazione, e gli esordienti percepiscono 6,0 centesimi a parola fino a un totale di 6.500 parole, 5,0 centesimi a parola per storie più lunghe di 12.500 parole e 450 dollari per racconti di lunghezza intermedia. Siamo raramente interessati a racconti che superino le 20.000 parole e a storie a episodi. Riconosciamo inoltre un dollaro a riga per la poesia, che non deve superare le 40 righe. Abbiamo acquistato alcuni dei nostri racconti migliori da autori che non avevano mai venduto un racconto in precedenza."

1 commento:

Francesco Troccoli ha detto...

ohilà, leggo solo ora. Un saluto, Francesco